Preoccupato per la febbre? Non sei solo.

Per i genitori, la febbre può essere molto stressante. Tuttavia, la maggior parte delle volte si tratta di una mancanza di comprensione che può farli preoccupare. In questo articolo, spiegheremo cos'è la febbre, cosa la causa e come evitarla.

Cos’è la febbre?

La febbre è la risposta naturale dell'organismo alla lotta contro le infezioni, che fa aumentare la temperatura corporea. L'aumento della temperatura corporea aiuta il sistema immunitario a lavorare in modo più efficace. Studi clinici hanno dimostrato che i globuli bianchi che combattono le nostre infezioni vengono stimolati e c'è una maggiore produzione di anticorpi quando la nostra temperatura è più alta.

Il secondo scopo di una febbre è che si è scoperto che elevati livelli di calore all'interno del corpo rallentano, e in alcuni casi fermano, la crescita e la riproduzione di alcuni tipi di batteri che non possono funzionare in ambienti più caldi.

Sappiamo che i meccanismi scientifici che stanno dietro alla febbre possono spiazzare. Tuttavia, la cosa da tenere a mente è che questo è il modo immediato ed estremamente efficace del nostro corpo per combattere le infezioni.

Cosa causa la febbre?

Purtroppo, non c'è una spiegazione semplice di quali fattori esterni causino la febbre, in quanto può essere sintomo di una moltitudine di malattie. La febbre si verifica quando il nostro sistema immunitario inonda il nostro corpo con una sostanza che colpisce l'ipotalamo, l'area del cervello che controlla la temperatura. Le cause più comuni nei bambini sono infezioni delle alte vie respiratorie, influenza e infezioni dell'orecchio. Mentre il corpo combatte queste infezioni, la febbre si diffonderà rapidamente, lasciando il bambino intontito, stanco e infastidito. Quando questi sintomi di verificano e il nostro ipotalamo si attiva, la temperatura comincia ad aumentare.

Quando si deve curare la febbre?

La febbre è la risposta naturale dell'organismo a un'infezione. Quindi, questo presenta il dilemma: a che punto decidere di intervenire? Mentre il bambino non si sente bene, la febbre sta effettivamente aiutando il suo corpo a combattere l'infezione. Può essere sconvolgente vedere tuo figlio accaldato e infastidito, ma è il suo corpo che fa quello di cui ha bisogno per farlo sentire di nuovo bene Un consiglio generale è, che a meno che il bambino non sia chiaramente sofferenteè meglio evitare di abbassare la temperatura con gli antipiretici. Detto questo, è importante conoscere i sintomi che possono accompagnare la febbre. Se il bambino in qualsiasi momento ha mal di testa, dolori muscolari o non reattivo , è importante consultare immediatamente un medico.

Cosa puoi fare?

Mantienilo idratato - Quando il corpo del bambino risponde all'aumento della temperatura mentre combatte l'infezione, è importante che rimanga idratato. Quando la febbre aumenta, perderà rapidamente liquidi attraverso il sudore e questi dovranno essere sostituiti. L'acqua, i liquidi di idratazione o il latte sono sufficienti e se si fa fatica a farli bere al bambino, provare ad offrirgli la sua bevanda preferita con una cannuccia o in una tazza speciale per rendere la cosa più interessante e coinvolgente per lui.

Lascialo riposare - Incoraggia tuo figlio a riposare, permettendo al suo corpo di guarire di nuovo. Conoscere alcuni modi efficaci e semplici per aiutarlo a rinfrescarsi e sentirsi più a suo agio lo aiuterà a rilassarsi, recuperare e tornare ad essere se stesso.

Come evitare la febbre

Non dimenticare di cercare di evitare la diffusione della malattia a te stesso o ad altri membri della famiglia. Disinfettare regolarmente le superfici e le maniglie delle porte, mantenere l'ambiente ad un livello di umidità compresa tra il 40%-60% e mantenere in forma il sistema immunitario della tua famiglia combattendo con una dieta sana e ricca di sostanze nutritive. Una dieta equilibrata di frutta, verdura e proteine sane, preferibilmente povera di carne e pesce. Prendersi cura di te stesso può essere importante quanto prendersi cura di loro!

Ricorda, se sei preoccupato, non esitate a consultare un medico esperto. Contatta urgentemente il tuo medico di famiglia se il tuo figlio:

  • Ha meno di tre mesi e una temperatura orale di 37,4°C o superiore;
  • Ha un'età compresa tra i tre e i sei mesi e una temperatura orale di 38,5 °C o superiore;
  • Se tuo figlio presenta altri segni di malessere, come vomito persistente, rifiuto di nutrirsi, ipotonia o sonnolenza.